Associazione

Afralia è un’associazione che promuove progetti e iniziative volte allo sviluppo di dialoghi creativi e proficui fra Africa e Italia. Fra enti, istituzioni, pensieri, associazioni e imprese.

Il suo obiettivo è creare spazi e momenti di comunicazione e incontro fra tutti quegli uomini e quelle donne di buona volontà che hanno quale intento quello della crescita ed evoluzione di tutti gli esseri viventi. In un ambiente pacifico armonico. La ricerca di analogie, di linguaggi comuni, di complementarietà sia nel pensiero sia nella forma così come nella ricerca è il presupposto per generare progetti nutrienti e costruttivi che vedano interagire le due sponde del nostro mare.

Primario intento di Afralia è quindi quello di essere un ponte fra Africa e Italia.Un ponte su cui sia più agevole il passaggio di parole di comprensione reciproca: dialoghi possibili, rispettosi e creativi che possano essere il fondamento per il sorgere d’imprese culturali e commerciali che favoriscano l’evoluzione e il benessere generale.

 

La Mission

Afralia si propone di essere un ponte ideale, un luogo che collega, permette il passaggio di gente, cultura informazioni. Impresa. Un trait d’union fra pensieri e culture conviventi di fatto, ma spesso incapaci di dialogare e di individuare le reciproche ricchezze. Afralia vuole costruire realtà nuove. Nella cultura cosi come nell’impresa. Adatte alle complessità contemporanee. A partire dal nome, infatti, AFRALIA (oltre ad essere crasi fra Africa e Italia) vuole porre l’enfasi sul FRA. Per questo volge il suo sguardo e il suo interesse a quello spazio piccolo e a quella vibrazione a ciò che sta FRA le cose, fra le persone, fra i popoli e le terre o i mari. In quel frattempo o frammezzo che costituisce il mondo delle possibilità. Delle relazioni: quelle azioni relative a uno o più che sia altro da se che, sole, permettono la costruzione di dimensioni nuove o rinnovate. In accordo ci sembra anche con le attuali visioni scientifiche, la realtà diventa sempre più fatto che dipende dall’atteggiamento e dal punto visuale più che dato certo, Proprio qui, allora, assume importanza lo spazio d’interazione quello che sta fra le cose il vero spazio (o forse il tempo) creativo, quello che precede di un soffio l’incontro e lo rende tale evitando lo scontro.